Accesso Civico

L'accesso civico è disciplinato dagli articoli 5, 5-bis e 5-ter del decreto legislativo n. 33/2013, nel testo modificato dal decreto legislativo n. 97/2016.
L'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) ha emanato al riguardo le Linee guida A.N.AC - Delibera n. 1309/2016.

Il comma 1 dell'articolo 5 del decreto legislativo n. 33/2013 prevede il diritto di chiunque di richiedere i documenti, le informazioni o i dati che le pubbliche amministrazioni abbiano omesso di pubblicare pur avendone l'obbligo (cosiddetto “accesso civico semplice”).

Il comma 2 del medesimo articolo 5, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico, prevede il diritto di chiunque di accedere ai dati e ai documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela degli interessi pubblici e privati giuridicamente rilevanti di cui all’articolo 5-bis del medesimo decreto (cosiddetto “accesso civico generalizzato”).

Modalità di accesso

Per la presentazione dell’istanza possono essere utilizzati gli appositi moduli riportati in calce alla presente pagina:

  • accesso civico semplice - articolo 5, comma 1
    nel caso in cui l’istanza riguardi documenti, informazioni o dati oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi del D.Lgs. n. 33/2013, la richiesta deve essere inoltrata al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza che procede alla pubblicazione sul sito www.trasparenza.provincia.savona.it dandone comunicazione al richiedente con l’indicazione del relativo collegamento ipertestuale. Se quanto richiesto risulta già pubblicato, comunica al richiedente il collegamento ipertestuale.
  • accesso civico generalizzato – articolo 5, comma 2
    nel caso in cui l’istanza di acceso riguardi dati e documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di obbligo di pubblicazione, la richiesta deve essere inoltrata al Dirigente competente per materia che si pronuncia sulla richiesta ai sensi degli artt 5 e 5 bis del D.Lgs 33/2013, tenuto conto delle Linee guida ANAC. La medesima richiesta deve essere inviata per conoscenza anche al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza. Il Dirigente competente comunica l'esito dell'istruttoria al soggetto richiedente e, se l’istanza viene accolta, gli trasmette i documenti e i dati richiesti.

Nel caso in cui il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza o il Dirigente competente per materia ritardi o ometta la pubblicazione o non dia risposta, il richiedente può ricorrere, utilizzando l'apposito modello, al soggetto titolare del potere sostitutivo, cioè al Segretario Direttore Generale, Avv. Giulia Colangelo.

Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza della Provincia di Savona:

Dott.ssa Marina Ferrara
protocollo@pec.provincia.savona.it

Titolare del potere sostitutivo della Provincia di Savona:
Avv. Giulia Colangelo
protocollo@pec.provincia.savona.it

Sono di seguito riportati i modelli di richiesta da porre in allegato alla relativa mail.
Se non si riesce a compilare il modello on line, perchè la compilazione dei moduli non è supportata, si consiglia di salvare il modello e poi compilarlo.

Data aggiornamento: 
Martedì, 13 Marzo, 2018

PROVINCIA DI SAVONA
Provincia di SavonaVia Sormano, 12 - 17100 Savona
Centralino 01983131
Posta elettronica: info@provincia.savona.it
PEC: protocollo@pec.provincia.savona.it
C.F. e P.IVA 00311260095
Tutti i diritti riservati ©