Indicatore di tempestività dei pagamenti

Ai sensi dell'art. 9 del D.L. n. 78 del 01/07/2009, le Pubbliche Amministrazioni, al fine di evitare ritardi nei pagamenti e la formazione di debiti pregressi, hanno l'obbligo di accertare preventivamente che il programma dei pagamenti sia compatibile con i relativi stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica che includono altresì il rispetto dei vincoli del Patto di Stabilità Interno.

L'Amministrazione Provinciale di Savona per ottemperare a detta normativa, con le Delibere di Giunta n. 24 del 10/08/2009 e n. 160 del 28/12/2009, ha adottato alcune misure per rispettare la tempestività nei pagamenti, quali:

  • dichiarazione relativa alla compatibilità monetaria rilasciata dal Dirigente del Settore che adotta il provvedimento che comporta impegno di spesa, con cui il Dirigente stesso accerta preventivamente che il conseguente pagamento sia compatibile con i relativi stanziamenti di bilancio e con le regole imposte dal Patto di Stabilità Interno;
  • visto rilasciato dal Responsabile di Ragioneria attestante la copertura monetaria, compatibilmente con gli equilibri di cassa, anche relativamente ai vincoli imposto dal Patto di Stabilità Interno.

La Provincia al fine di snellire al massimo l'operatività inerente la gestione dei pagamenti ha attivato già dal 1 gennaio 2009 il sevizio dei mandati informatici con firma digitale.
Il pagamento dei mandati è disposto, di norma il primo giorno lavorativo bancabile successivo a quello della consegna al Tesoriere ai sensi dell'art 4 comma 11 della convenzione per il servizio di tesoreria.

Da alcuni anni è attivo sul nostro sito il servizio "Estratto conto fornitori", al fine di consentire ai fornitori dell'Amministrazione il monitoraggio della loro situazione creditoria, con aggiornamenti quotidiani e completa riservatezza dei dati. Le informazioni sono accessibili in questa pagina “Estratto conto fornitori”


ANNO 2018
Per l'anno 2018 con DPCM del 22/09/2014 l'indicatore di tempestività va pubblicato trimestralmente facendo riferimento ai tempi di pagamento rispetto alla scadenza della fattura.
Per il primo trimestre 2018 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari a -21,63 giorni, ovvero le fatture sono state mediamente pagate -21 giorni prima della loro data di scadenza.
ANNO 2017
Per l'anno 2017 con DPCM del 22/09/2014 l'indicatore di tempestività va pubblicato trimestralmente facendo riferimento ai tempi di pagamento rispetto alla scadenza della fattura.
Per il primo trimestre 2017 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari a -20,3 giorni, ovvero le fatture sono state mediamente pagate 20 giorni prima della loro data di scadenza.
Per il secondo trimestre 2017 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari a -9,49 giorni, ovvero le fatture sono state mediamente pagate 9 giorni prima della data di scadenza.
Per il terzo trimestre 2017 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari -6,5 giorni ovvero le fatture sono state mediamente pagate 6 giorni prima della data di scadenza.
Per il quarto trimestre 2017 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari -16,07 giorni ovvero le fatture sono state mediamente pagate 16 giorni prima della data di scadenza.

Per l'anno 2017 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari -14,04 giorni ovvero le fatture sono state mediamente pagate 14 giorni prima della data di scadenza.


ANNO 2016
Per l'anno 2016 con DPCM del 22/09/2014 l'indicatore di tempestività va pubblicato trimestralmente facendo riferimento ai tempi di pagamento rispetto alla scadenza della fattura.

Per il primo trimestre 2016 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari a -16,11 giorni, ovvero le fatture sono state mediamente pagate 16 giorni prima della loro data di scadenza.
Per il secondo trimestre 2016 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari a +22,13 giorni, ovvero le fatture sono state mediamente pagate 22 giorni dopo la data di scadenza.
Per il terzo trimestre 2016 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari -6,04 giorni ovvero le fatture sono state mediamente pagate 6 giorni prima della data di scadenza.
Per il quarto trimestre 2016 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari -6,16 giorni ovvero le fatture sono state mediamente pagate 6 giorni prima della data di scadenza.

Per l'anno 2016 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari -1,54 giorni ovvero le fatture sono state mediamente pagate 1 giorno prima della data di scadenza.

Le pubbliche amministrazioni pubblicano altresì, con cadenza annuale, l’ammontare complessivo dei debiti e il numero delle imprese creditrici (art. 33 del D.lgs. 33/2013, come modificato dal D.Lgs. 97/2016).
Per il 2016, in base alle estrazioni ed alle analisi effettuate, l’ammontare complessivo dei debiti della Provincia di Savona è pari a € 931.329,62 (in gran parte in pagamento) e il numero delle imprese creditrici è 52, compresi tutti i soggetti che vantano crediti, ivi inclusi singoli professionisti.


ANNO 2015
Per l'anno 2015 con DPCM del 22/09/2014 l'indicatore di tempestività va pubblicato trimestralmente facendo riferimento ai tempi di pagamento rispetto alla scadenza della fattura (e non rispetto alla data di protocollo o della fattura stessa).

Per il primo trimestre 2015 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari a -10,3 giorni, ovvero le fatture sono state mediamente pagate 10 giorni prima della loro data di scadenza.
Per il secondo trimestre 2015 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari a -10,84 giorni, ovvero le fatture sono state mediamente pagate 10 giorni prima della loro data di scadenza.
Per il terzo trimestre 2015 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari a -5,53 giorni, ovvero le fatture sono state mediamente pagate 5 giorni prima della loro data di scadenza.
Per il quarto trimestre 2015 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari a -0,93 giorni, ovvero le fatture sono state mediamente pagate 1 giorno prima della loro data di scadenza.

Per l'anno 2015 l'indicatore di tempestività dei pagamenti calcolato sulla base di quanto stabilito con DPCM 22/09/2014 (artt.9-10) risulta pari a -1,039 giorni, ovvero le fatture sono state mediamente pagate 1 giorno prima della loro data di scadenza.


ANNO 2014
Per l'anno 2014 l'indicatore risulta di -17,8 giorni.

Data aggiornamento: 
Sabato, 25 Febbraio, 2017

PROVINCIA DI SAVONA
Provincia di SavonaVia Sormano, 12 - 17100 Savona
Centralino 01983131
Posta elettronica: info@provincia.savona.it
PEC: protocollo@pec.provincia.savona.it
C.F. e P.IVA 00311260095
Tutti i diritti riservati ©